Macchie nere sui denti, come eliminarle

Chiamate anche “black stain” le macchie nere sui denti sono molto comuni nei bambini, ma possono comparire anche da adulti.

Quali sono le cause delle macchie nere sui denti?

Perchè compaiono le macchie nere sui denti?

Sono dovute alla presenza nella saliva di ioni di ferro che reagiscono con alcuni batteri chiamati cromogeni, più precisamente la reazione avviene col solfuro d’idrogeno che è la sostanza prodotta dal metabolismo di questi batteri.

Solitamente compaiono vicino al bordo gengivale, ma non sono carie bensì delle pigmentazioni. Per questo motivo non sono dannose per i denti, ma sono molto antiestetiche. 

Più diffuse in età pediatrica tendono a sparire con la crescita.

Diete ricche di ferro possono favorirne la comparsa.

Come eliminare le macchie nere sui denti?

Una volta comparse è impossibile rimuoverle con i normali metodi di igiene orale casalinga. Ma la buona notizia è che basta una seduta dall’igienista dentale per eliminarle.

Purtroppo però le macchie ricompariranno finchè il problema dell’eccesso di ferro nella saliva sarà presente.

Eventualmente si può procedere anche con uno sbiancamento dentale per un risultato migliore, specialmente in età adulta.

Altri metodi che trovate su internet che propongono l’uso di strumenti appositi li sconsiglio vivamente. Il rischio di rovinare lo smalto o ledere le gengive è molto lato e non ne vale la pena.

Esempio di macchie nere sui denti

Come prevenire e attenuare la comparsa delle black stain?

L’igiene orale quotidiana è importantissima per tenere sotto controllo questo antiestetico disturbo.

Inoltre puoi:

  • cambiare spesso spazzolino e non farlo entrare in contatto con altri spazzolini;
  • assumere probiotici naturali come la Lattoferrina; 
  • usare dentifrici che contengono zinco.

La lattoferrina è una proteina presente già presente nella saliva. Aumentandola sua assunzione permette di legare a se le molecole libere di ferro diminuendone le quantità presenti nel cavo orale. Si trova in pastiglie orosolubil #pubblicità  che vanno fatte sciogliere in bocca lentamente. Inoltre migliora la flora batterica della bocca. Sembra che abbia anche effetto sul sanguinamento gengivale inquanto riduce l’infiammazione. 

Perchè aumenta il livello di ferro nella saliva?

Una delle cause, specie nei bambini, è la permuta dei denti da latte.

Spesso le gengive in prossimità del dente che sta cadendo sono infiammate e sanguinano, aumentando così le presenza di ferro nel cavo orale. Mantenendo una buona igiene orale già da piccoli questo fenomeno si può ridurre molto.

Negli adulti la presenza di ferro eccessivo nella saliva è dato da gengiviti o paradontiti.

Altre cause sono l’assunzione di integratori di ferro nella mamma che allatta o nella prima infanzia e ancora disturbi metabolici.

Semplici consigli per prevenire le macchie nere

Consumare regolarmente cibi che contengono lattoferrina come latte e derivati e ridurre quelli ricchi di ferro.

Usare un dentifricio che protegge dagli attacchi dei batteri come il Biorepair intensivo notte #pubblicità, adatto ai bambini sotto i sei anni inquanto non contiene fluoro.

Oppure il dentifricio Iazolon blu #pubblicità che contiene anche lattoferrina.

 

Le indicazioni sopra riportate sono a carattere generale e informativo e non sostituiscono in alcun modo quelle del medico odontoiatra.

Gentile utente ti informo che, in qualità di Affiliato Amazon, io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei eventualmente generati dai miei link presenti negli articoli del blog e segnalati con #pubblicità. Questo per te non cambia nulla, infatti il prezzo finale rimane uguale.

I prodotti consigliati sono stati scelti per te con la massima cura e competenza.

Condividi la tua opinione