immagine di uno spazzolino elettrico

Spazzolino elettrico, quale scegliere?

Per scegliere uno spazzolino elettrico oltre al prezzo, ci sono altri fattori che vanno valutati per fare una scelta giusta a seconda delle nostre esigenze.

La cosa più importante di cui tener conto è senza dubbio lo stato di salute dei nostri denti e delle nostre gengive.

Il mercato, ormai, offre innumerevoli modelli e prezzi per tutte le tasche ma non sono tutti uguali.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche principali dello spazzolino elettrico, a chi è consigliato, i vantaggi  e quale scegliere.

 

Questo articolo contiene link di prodotti consigliati da me, scelti con la massima  cura e competenza. Se tu dovessi acquistarli per te non cambierà nulla, il prezzo rimarrà uguale, semplicemente io potrei ricevere una piccola commissione in seguito all’acquisto.

Come funziona lo spazzolino elettrico

Lo spazzolino elettrico funziona con un motore alimentato da una batteria ricaricabile, che fa muovere la testina rotante.

In questi modelli, la testina può raggiungere anche 9000 oscillazioni la minuto.

Modelli più economici che funzionano anche con batterie sostituibili raggiungono meno oscillazioni al minuto, circa 4500.

E’ proprio la potenza di oscillazione che fa la differenza nella pulizia dentale quotidiana. 

Le testine rotonde sono più consigliate rispetto alle altre perchè uniscono il movimento rotante a quello oscillante.

Esistono varie testine quelle per denti sensibili, per i portatori di apparecchio fisso, quelle con gommini, quelle per i più piccoli. Una confezione solitamente ne contiene almeno tre con diverse codifiche colorate così da poter usare ognuno la sua.

Consiglio: dopo aver messo il dentifricio sulla testina fatela partire solo quando l’avrete già appoggiata sui denti onde evitare di spargerlo ovunque!

Caratteristiche principali 

Il fatto di avere un movimento rotatorio e oscillante così potente, fa si che la pulizia dentale sia superiore a quella ottenuta manualmente. 

Gran parte dei modelli sul mercato sono dotati di sensori di pressione così da segnalarti se stai esercitando troppa forza. Questo evita di far irritare le gengive o di usurare lo smalto.

I  modelli  più evoluti hanno anche un sensore che ti segnala tramite una luce se stai applicando poca pressione e quindi non stai pulendo bene i denti.

Tutti hanno un timer integrato per darti i giusti tempi di spazzolamento, alcuni hanno un display che si collega tramite bluetooth.

Altri si collegano anche allo smartphone volendo.

Tra le funzioni di pulizia troviamo

  • pulizia giornaliera
  • pulizia profonda
  • pulizia soft (per denti sensibili)
  • protezione gengive (per gengive sottili e delicate)
  • funzione sbiancante
  • pulizia della lingua

Alcune di queste funzioni come quella sbiancante e pulizia della lingua, sono presenti solo negli spazzolini elettrici più evoluti e più costosi.

Sono funzioni aggiuntive, non sono indispensabili.

Leggi anche sbiancamento dei denti 

Come si usa

Lo spazzolino elettrico va tenuto inclinato a 45° in modo da andare a pulire anche sotto il bordo gengivale.

Bisogna passare su ogni dente più volte con movimenti orizzontali da destra a sinistra seguendo la conformazione dei denti.

Ogni semi arcata (immaginate la bocca divisa in 4) richiede circa trenta secondi. Va pulita prima all’esterno e poi all’interno.

La zona interna va fatta con molta cura perchè di solito ha più depositi di placca.

Infine passate lo spazzolino anche sulla parte masticante.

Una volta finito passate la lingua sui denti, dovreste sentirli perfettamente lisci. La sensazione sarà di pulizia profonda.

Completate comunque la pulizia col filo interdentale e lo scovolino se necessario.

Posizione di utilizzo di uno spazzolino elettrico

A chi è consigliato lo spazzolino elettrico

Beh io lo consiglierei un pò a tutti.

Sicuramente con i bambini e con gli adolescenti vi assicuro, per esperienza, può fare la differenza.

Diventa un gioco per i più piccoli e un’attività meno impegnativa per i più grandi.

Anche chi ha problemi di manualità per qualsiasi motivo questa scelta può rivelarsi utile.

Con i diversamente abili poi andrà benissimo.

Leggi anche ‘Spazzolino elettrico per bambini da che età’


Si può pensare a un utilizzo misto con lo spazzolino manuale per due motivi: uno non perdere la manualità e due non rischiare di rimanere senza uno strumento per lavarsi se dovesse essere scarico. 

L’igiene orale quotidiana diventa più facile e più efficace con lo spazzolino elettrico e prolunga i risultati della seduta di igiene orale professionale.

Quanto costa uno spazzolino elettrico?

Come vi ho già anticipato esistono tanti modelli per tutte le esigenze e per tutte le tasche. Si va da un minimo di 20€ fino ad arrivare anche a 200€.

Vi consiglio di prendere un modello ricaricabile che abbia almeno le funzioni di base per denti e gengive sensibile e rivelatore di pressione. 

Di seguito ve ne consiglio qualcuno.

Modelli che vi consiglio

Prezzo alto. Top di gamma con 7 modalità per ogni tipo di esigenza di pulizia. Completo di una testina e set da viaggio.

Prezzo medio, con le funzioni di base di rilevamento troppa pressione, timer  e una testina inclusa.

Per i più piccoli in versione femminile o maschile.

Per i ragazzi più grandi, con le tre funzioni di base compresa quella per denti sensibili

Se hai qualche domanda scrivimi pure, nei commenti sarò felice di risponderti.  

Condividi la tua opinione